+39 338 142 6113Via San Francesco 11, 00167 Morlupo (RM)

Attività

Mi occupo della gestione degli animali sui set televisivi e cinematografici.

Qualcuno direbbe che sono un “Animal Wrangler”, “Animal Trainer”, o nel linguaggio comune romanesco “Animalaro”.

Io invece mi definisco un coordinatore: seleziono e preparo personalmente gli animali agli eventuali agenti disturbatori sul set, formo gli attori a interagire con loro in sicurezza, ottimizzo al meglio ogni loro prestazione e vigilo che tutto avvenga nel pieno rispetto delle normative attuali.

Non è sufficiente amare gli animali per fare questo lavoro: bisogna conoscerli a fondo.

Andrea Lunerti Animali Cinema e TV

Colossal "Il Peccato" di Andrei Konchalovsky

Minia è il mio grande amore e la star del colossal “Il Peccato”, diretto dal grande maestro Andrei Konchalovsky.

Le scene sono state girate al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, e ci sono voluti due mesi di preparazione.

Avevo previsto con cura ogni particolare.

Animali per il Cinema e la Televisione
Animali per il Cinema e la TV

Gossip

Minia aveva a disposizione duecento metri quadri di camerino dove poteva passeggiare liberamente, senza essere disturbata, e aveva libero accesso ad acqua e foraggio.

C’erano tre persone al make-up, due addetti alle pulizie e ai bisogni personali, due veterinari, di cui uno specializzato in animali esotici di grossa taglia, e una clinica nelle immediate vicinanze dotata di specifiche apparecchiature per riceverla in caso di incidente.

Un ingegnere specializzato ha verificato e certificato l’idoneità di ogni superficie dove Minia avrebbe camminato.

Minia è stata premiata costantemente durante la realizzazione delle scene, con circa 60kg di frutta e verdura prelibate.

Animali per il Cinema e la Televisione
Animali per il Cinema e la tv

"Rome" Serie TV (HBO)

Nella serie HBO intitolata “Rome”, l’elefantessa Andra doveva restare a terra fingendosi gravemente ferita per oltre cinque minuti.

La cosa non era facile, in quanto gli elefanti non giacciono molto tempo sdraiati se non necessario.

Ci siamo preparati per circa un mese, prendendola con le coccole e la dolcezza, invitandola a prolungare sempre più a lungo la sua permanenza a terra con piacevoli massaggi, e alla fine sul set si è comportata proprio come una vera star, ritirando il suo compenso in mele dolci al termine di ogni prestazione.

Ovviamente per il trucco di scena sono stati usati rigorosamente colori a base di vegetali atossici.

Elefante 1
Elefante 2

Un Uomo di Parola (Wim Wenders)

Nel film documentario su Papa Francesco, capolavoro del maestro Wim Wenders, intitolato “Un Uomo di Parola”, dovevo gestire circa 150 uccelli in libertà per ricreare la scena del famoso dipinto di Giotto in cui San Francesco predica agli uccelli.

Wenders mi chiese quale fosse il segreto della mia bravura sul set con gli animali e io gli risposi: “Pagherei io per fare questo lavoro”.

Lui sorrise e mi disse: “Anch’io per fare il mio”.

Un uomo di parola Wim Wenders
Wim Wenders e Andrea Lunerti

Disney

Quando si lavora per la Disney, con gli animali non si può lasciare nulla al caso. Tutto deve essere rigorosamente studiato nel minimo dettaglio.

Ci vogliono anni di esperienza e preparazione per poter lavorare nella fabbrica dei sogni.

Violetta Disney Animali per il cinema e la televisione
Violetta Animali per il Cinema e la TV Disney
Animali Cinema e televisione Violetta Disney

I cavalli sul set, anche se addestrati sono tra gli animali più difficili da gestire: si spaventano molto facilmente e le loro reazioni spesso sono prevedibili soltanto da chi ha una grande esperienza e conoscenza del loro modo di pensare e di agire.

Gorge Blanco, in arte Leon, è un ragazzo speciale, educato e responsabile: un vero professionista. Con lui ho potuto stringere un rapporto di lavoro basato sulla fiducia e la preparazione che ha prodotto risultati eccellenti.

Spesso sulla lavorazione del film mi sono sentito un po’ come il suo papà adottivo, visto che mia figlia Maria Francesca, sua fan e allora 11 enne, mi fece promettere di non fargli fare cose troppo pericolose.

Violetta Disney Animali per il cinema e la televisione

Non c'è più religione

Erano circa 400 anni che gli asini non mettevano più piede sull’isola di San Nicola dell’arcipelago delle Tremiti.

Ho preparato le asine per gli attori circa due mesi prima e le ho ambientate  preventivamente sul difficile territorio dell’isola per garantire prestazioni sicure e decise sul set .

Sul set di “Non c’è più religione”con Claudio Bisio, Alessandro Gassmann e Angela Finocchiaro.

Animali per il Cinema Claudio Bisio
Animali per il cinema claudio bisio angela finocchiaro
Animali per il cinema claudio bisio angela finocchiaro

Gli animali per il cinema non sono animali comuni.

Nuvola, il Lama che interpreta “il bue” del film, nacque in anticipo nella mia fattoria e la madre lo abbandonò.

Dovetti allevarlo con il biberon e crebbe sempre più convinto di appartenere alla specie umana…

Gli piacciono molto i bambini e detesta stare lontano dalle persone.

Per lui il set è stata un esperienza incredibile, non faceva altro che dare bacetti a tutti… 

Animali per la TV

Gli animali per la televisione rappresentano una grande risorsa culturale.

Da sempre uomini e animali condividono spazi ed emozioni.

Gli animali in tv rappresentano ancora una volta il desiderio umano di  interagire con le altre specie, comprenderne al meglio le azioni e i comportamenti e confrontarli con i nostri punti di vista

 

Andrea Lunerti Animali per la televisione

Insetti per la televisione e il cinema

Gestire gli insetti nel cinema e nella tv richiede una grande passione e una profonda cultura tecnico scientifica.

Ricostruisco personalmente plastici in scala reale e diorami dinamici  dove si può osservare e studiare  le attività nascoste di alcune specie di insetti.

Insetti per la televisione
Insetti per la televisione
Insetti per la televisione

Animali per il Teatro

Gestire gli animali nel teatro è una delle attività più difficili.

Nel cinema si può ripetere, nel teatro si può solo provare: è la mia frase motto.

Non ci si può improvvisare, quando gli animali devono interagire con gli attori occorre che questi conquistino la loro piena fiducia.

Nella, questa graziosa asinella ha trascorso tutto il periodo di prove facendosi volentieri coccolare e vezzeggiare da ogni persona facente parte della compagnia teatrale fino a considerare tutti di famiglia.

Questo e’ il vero spettacolo: l’amore e il rispetto per tutti gli animali che occupano ogni nostra attività quotidiana e da sempre ne prendono parte, condividendo spazi ,epoche e soddisfazioni.

Animali per il Teatro
Chiudi il menu