Animali per il cinema e la TV

Sin dalla preistoria l'uomo ha sentito la necessità e il bisogno di trasmettere le emozioni che provava alla vista degli animali. Attraverso i primordiali metodi di condivisione egli esternava tutta la sua ammirazione.


Oggi, i moderni sistemi di trasmissioni emozionali dimostrano che la nostra ancestrale ricerca etologica è ancora più accesa e stimolata da un atavico e irrefrenabile desiderio di interazione.



Lo scopo fondamentale di questa mia singolare attività è quello di promuovere una diversa cultura zoologica, con antiche radici ma innovativa e inalterata da credenze popolari.




Ringrazio con particolare affetto tutte le principali case di produzione che hanno scelto la mia collaborazione e il benessere degli animali coinvolti.

Preparo preventivamente gli animali a ogni situazione per loro inusuale, valutando gli eventuali rischi o agenti disturbatori e interagendo con loro in modo da garantire sempre il pieno rispetto del loro benessere, preservandoli da ogni situazione pericolosa per la loro salute o lesiva della loro dignità.







Durante la realizzazione di questa singolare scena della famosa serie "ROME" (HBO), Andrà (l'elefantessa) doveva giacere a terra per un tempo record di circa 7 minuti e mezzo fingendosi morente dopo una battaglia, quindi abbiamo impiegato: seducenti parole dolci, colori rigorosamente atossici e 3 fondamentali ed indispensabili secchi di mele mature.


Il difficile viene quando la sceneggiatura prevede l'utilizzo di insetti. Non è semplice "addestrare" gli insetti, anzi qualcuno direbbe che non è proprio possibile, io fortunatamente riesco comunque a gestirli. Li ho studiati a fondo, imparando il loro linguaggio e con un po' di attenzione e pazienza ho raggiunto ottimi risultati.